LGA 3 3

Da DiploWiki.

Intervista a Juho Malin

Di Giovanni Cesarini


Una delle cose che la Vostra Guarnigione si è proposta all’inizio di questa avventura è stata quella di farvi dare un’occhiata a come funziona l’hobby fuori dai confini italiani e conoscere le persone che animano il gioco in altre nazioni. Il nostro gioco è un incontro con sette persone e i tornei sono il luogo principale dove abbiamo incontrato le persone che via via vi presenteremo tramite qualche intervista. Siamo partiti in questa avventura da un hobby piccolo, ma lontano, di cui abbiamo avuto il piacere di incontrare uno dei rappresentanti, attualmente più attivo. Il paese è la Finlandia e la persona è Juho Malin.



LGA: Juho, vorremmo presentare ai nostri lettori come funziona l’hobby finlandese e abbiamo pensato di farti qualche domanda al proposito.

Juho: Certamente, mi farà molto piacere rispondervi.



LGA: innanzitutto ci piacerebbe avere un piccola presentazione di te

Juho: Mi chiamo Juho Malin, ho 28 anni, vivo ad Helsinki, la capitale della Finlandia. Sono sposato con Hanna e non abbiamo figli. Ho studiato fisica medica e lavoro per una società biomedica e giro per la Scandinavia a riparare e mantenere Cimometri, che sono degli affari per analizzare le cellule.



LGA: Nome complicato, bene, come hai conosciuto Diplomacy?

Juho: le prime partite le ho giocate all’università, nel 1998. Il gioco mi è piaciuto molto e quindi mi sono interessato al gioco via mail.



LGA: Quindi giochi da parecchio tempo, sarai un super esperto

Juho: In verità per lungo tempo ho giocato via mail, ma faccia a faccia ho cominciato solo l’anno scorso. Stavo a casa di un mio cugino ed ho saputo che quel fine settimana avrebbero giocato il campionato nazionale finlandese, così siamo andati a giocare ed è capitato che arrivassi secondo.



LGA: non male come inizio

Juho: Già. Lì mi hanno detto che la cosa era parte del Gran Premio Europeo e ho scoperto che uno dei giocatori più forti della Finlandia, Mako Tainio, sarebbe andato all’Europeo a Utrecht in Olanda. Ho deciso di andare con Marko all’EDC e lì mi sono divertito talmente tanto che ho deciso di andare ai tornei del GP ogni volta che fosse stato possibile. Dopo l’Olanda ho giocato in Svezia e in dicembre mi sono preso una vacanza di cinque giorni per giocare a Milano. Mia moglie nel frattempo è stata felice di poter andare a trovare degli amici a Genova dove ha abitato per cinque mesi in passato.


LGA: e noi che ti credevamo un esperto

Juho: no, no sono un principiante del faccia a faccia.


LGA: Quest’anno ci pare che tu abbia continuato a giocare

Juho: Sì, quest’anno ho organizzato il campionato finlandese e questa volta ho vinto. Fortunato! Sono andato al WDC a Berlino e certamente tornerò a Milano in Dicembre. Mi sono trovato proprio bene, nonostante le abbia prese in tutte le partite.


LGA: Ci fa piacere saperlo, credo che anche molti altri giocatori saranno contenti di poterti rivedere. Nonostante tu abbia cominciato a giocare FaF solo l’anno scorso, quest’anno sei diventato membro del direttivo dell’EDA [Associazione Europea Diplomacy].

Juho: Penso che sia giusto promuovere il gioco anche in Europa, oltre che in Finlandia. Vedo due modi per farlo, il meglio è prendere il gioco andare dagli amici o a qualche raduno, spiegarlo e giocarlo con nuove persone. In alternativa si può cercare di essere attivi nelle strutture organizzate dell’hobby. Cerco di fare entrambe le cose, giocare con persone nuove e aiutare l’hooby finnico e quello europeo.



LGA: Avete avuto un incremento nelle persone che giocano, quindi la cosa sta funzionando.

Juho: Sì, dovete considerare che la Finlandia è scarsamente popolata.


LGA: Quindi sarà complicato riuscire a trovare abbastanza persone per giocare…

Juho: In parte sì, però fortunatamente molti di noi sono molto attivi ed abituati a viaggiare, dato che le distanze sono abbastanza grandi. Per farlo fortunatamente non ci vogliono moltissimi soldi, perché sappiamo trovare trasporti e alloggi a buon mercato. Ogni anno abbiamo un evento nazionale, parte dell’EGP, e ciascun gruppo locale organizza partite quando capita, ma nient’altro di ufficiale.


LGA: A quanto abbiamo capito, hai cominciato via mail, ci giochi ancora spesso?

Juho: Non più molto spesso, mi manca il tempo di scrivere lunghe lettere, e poi trovo che giocare faccia a faccia sia molto più divertente. Di solito comunque gioco partite via judge, nella versione classica con negoziazione, trovo che il sistema sia sufficientemente semplice sia per i giocatori che per l’arbitro, anche se abbiamo giocato anche qualche partita manuale con soli giocatori finlandesi.


LGA: Abbiamo visto che sei anche membro del Vermont Group

Juho: Sì, uno dei problemi delle partite fuori dal gruppo è che ci sono quasi sempre degli abbandoni e bisogna aspettare il rimpiazzo, la partita si ferma e si allunga a dismisura. Nelle partite del Vermont Group questo accade raramente, le persone sono molto più dedicate alle partite.


LGA: Giochi tornei via mail, oppure senza negoziazione o altre varianti?

Juho: No, non gioco senza negoziazione; Diplomacy è tra i migliori giochi che conosco, ma senza negoziazione diventa un gioco di strategia povero e sbilanciato: è tutto centrato sulle comunicazioni. Anche le varianti non le amo molto, per me è un po’ come gli scacchi, puoi modificarne le regole oppure la mappa, ma l’originale è sempre il migliore.


LGA: e i tornei?

Juho: via mail? A parte che ho poco tempo, non sono interessato ai tornei via mail; le partite faccia a faccia hanno un’intensità speciale che manca del tutto nelle partite via mail, e per me non sono così divertenti.


LGA: Juho, ti ringraziamo molto per la tua disponibilità. Non vediamo l’ora di rincontrarti a Milano.

Juho: Beh, spero che riusciate prima o poi a farvi vedere in Finlandia, a parte le renne, potrete trovare delle ottime birre lager come la “Karhu” oppure un distillato chiamato “Koskenkorva”. Dall’Italia alla Finlandia sono tre ore di volo e per arrivare si passa sopra le alpi che sono splendide. E ovviamente potete venirci in occasione del nostro prossimo torneo nazionale


LGA: Siamo sicuri che molti dei nostri lettori saranno interessati a saperne di più e cercheremo certamente di tenerli infomati!


In questo numero

Strumenti personali
Namespace
Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti