Annessione

Da DiploWiki.
Attenzione questo articolo è ancora incompleto o richiede delle verifiche.
Sentiti libero di contribuire cliccando sul tasto modifica.
Per poter modificare questa pagina o contribuire al progetto bisogna essere utenti registrati.
Articolo di Strategia Classica
Titolo Annessione
Titolo Originale Anschluss
Autore Richard Sharp
I Pubblicazione Dolchstoß No.49 (Gen 1977)
Traduttore Francesco Conte
Nazioni Austria, Germania
Fonte Link all'articolo

Il mio contributo alla conoscenza superiore delle teorie di apertura, questo mese, dovrebbe essere meno controversa delle ultime due, dato che tratta più la strategia e meno quelle complicate tattiche che Roy Taylor trova così difficili. La teoria è che, nei primi round, Germania ed Austria dovrebbero essere giocate per quanto possibile come un unica potenza.

Più delle altre potenze, la Germania ha la quasi certezza di non essere attaccata nel 1901. Gli attacchi capitano - strane alleanze tra Francia e Italia, assalti alla cieca della Russia - ma sono decisamente rari.

L'Austria, d'altro canto, ha la quasi certezza che qualcuno, nel 1901, LA ATTACCHERA' - Russia, o Italia, o tutte e due, spesso aiutate dalla Turchia. La rapida eliminazione dell'Austria che inevitabilmente ne segue (tranne quando apre a Porcospino, naturalmente) è una pessima situazione per la Germania. Mi sono occupato di analizzare che mostravano che la Germania otteneve risultati molto peggiori nelle partite che vedevano una rapida eliminazione austriaca; beh, adesso ho perso le statistiche, quindi dovrete fidarvi della mia parola. E, siccome la Germania è nell'invidiabile posizione di essere virtualmente certa di due costruzioni senza l'assistenza di A Mun, è buon senso mettere quell'armata a disposizione austriaca.

Il buon senso vuol dire muovere in Tirolo. Tuttavia, potrebbe essere malintesa, ad esempio se Roy guida l'Austria. A meno che non si giunga ad un buon accordo con l'Austria a questo proposito, una buona alternativa è lasciare l'armata dov'è. Questo può essere fatto in vari modi - lo stallo in Borgogna è il mio preferito, a patto che la Francia lo voglia e non è scontato, visto che può lasciare un'unità inglese libera di prendersi il Belgio senza opposizioni. Altre idee più o meno esotiche prevedono lo stallo in Silesia, o perfino in Prussia. O, semplicemente, la coraggiosa armata riposa a Monaco.

Tuttavia, ancor più della mossa stessa, l'importanza maggiore sta nella minaccia che porta. Inizio sempre le mie partite tedesce parlando contemporaneamente ad Italia e Austria, dicendo ad entrambe che preferirei che non avessero conflitti, e che se una delle due muove in Tirolo metterò la mia armata a disposizione dell'altra. Di solito l'Austria mi offre da bere; è dall'Italia che occorre aspettarsi un po' di resistenza.

Personalmente, se io fossi l'Italia e mi si prospettasse questo ultimatum, probabilmente accetterei con buona grazia. Il fatto è che quest'armata fa un'enorme differenza nelle possibilità italiane. E la Germania ha anche un'altra freccia al suo arco: informare la Russia che aprirà in Danimarca (di nuovo, apro sempre così; muovere in Olanda è una pessima mossa per molti motivi); inoltre, aggiungere che non ci saranno problemi con la Svezia a meno che la Russia non muova in Galizia (o ci provi). Anche questa è una minaccia efficace: la Russia ha bisogno della Svezia, vista la frequenza di un attacco turco. Del resto se io, con l'Italia, sono convinto che la Germania rimarrà a Monaco e la Russia non andrà in Galizia, beh allora l'Austria di sicuro non l'attacco. Semplice.

Naturalmente ci provano. Nel BCD 41I Nicky Palmer (Italia) mi disse di farmi gli affari miei e attaccò comunque l'Austria: chiese una tregua dopo un tentativo piuttosto breve (ad un certo punto, tra l'altro, l'Austria chiese al suo mercenario tedesco di entrare in Borgogna, cosa che irritò non poco la Francia, ma capita). Nella finale FtF di quest'anno al MidCon, Pete Cousins (Italia) ci provò anche lui, pur essendosi accordato per non farlo, e stavolta il contrattacco funzionò così bene che andò un po' fuori controllo, e Mike Ingham (Austria) per poco non vinse.

Ma il risultato comune del piano determina tre alleanze: Austria e Germania contro la Russia, Austria e Italia contro la Turchia, Germania e Italia contro la Francia, con la Germania che deve assumersi la responsabilità di mettere una contro l'altra la Francia, l'Inghilterra e la Russia. E accadono cose notevoli: nel BD3 (Bellicus), una patta a due (Germania/Italia) dopo aver scaricato l'Austria, la Germania aveva unità in Manica, Piccardia e Borgogna con il permesso Francese. Nel BDC 55 L'Austria vinse nel 1905, con la Germania (cioè me) affossata dall'assurda condotta russa, che si lasciò arare per bene dall'Austria prima che fossi in grado di intervenire.

La chiave per il successo di un'apertura è nella diplomazia: se non si è capaci di intrappolare l'inghilterra contro la Russia e la Francia con i propri mezzi diplomatici, meglio lasciar perdere - l'Inghilterra avrà troppo campo libero. Ma, se siete, come me, amanti della Germania, e vi piace la sensazione di sedervi tranquillamente in mezzo ad un'Europa che brucia, quest'Anschluss dovrebbe diventare il fulcro della vostra strategia.

Strumenti personali
Namespace
Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti